Viaggi

Iraklia,tra spiagge e mulattiere.

Insieme a Koufonisia, Schinoussa , Donoussa e la disabitata Keros, Iraklia, fa parte del gruppo di isole chiamate Piccole Cicladi.

Nonostante la vicinanza a Naxos, che è a meno di un’ora di traghetto, Iraklia è tranquilla, riservata e con un atmosfera rallentata, come fuori dal tempo: un’ottima destinazione per chi ha voglia di allontanarsi da tutto.

Una piccola isola con meno di 100 abitanti, che vivono tra il villaggio di Agios Georgios proprio sul porto, e la Chora, nota anche come Panagia. Iraklia non ha molto da offrire , è ciò che ho letto più volte prima di andare, io direi non ha molto da offrire  a parte un mare pazzesco, diversi sentieri per il trekking, e la possibità di stare a contatto con la natura e un senso di libertà che la rendono ai miei occhi un posto veramente affascinante, se come me amate posti simili allora continuate a leggere questo articolo sull’isola di Iraklia ,una passeggiata tra spiagge e mulattiere.

COME RAGGIUNGERE L’ISOLA DI IRAKLIA, GRECIA.

L’isola è accessibile solo in traghetto. Ci sono traghetti per Iraklia dal porto del Pireo ad Atene, e lo storico Express Skopelitis dalle altre isole del Mar Egeo.

COME MUOVERSI A IRAKLIA, GRECIA.

Camminare sull’ isola di Iraklia è uno dei modi per spostarsi, poiché i veicoli qui sono davvero pochissimi e non ci sono autonoleggi.

C’è un autobus locale che fa il percorso dal porto alla spiaggia di Tourkopidago, passando per il villaggio principale.

Iraklia ha due villaggi: Panagia, che si trova nel centro dell’isola e Agios Georgios, vicinissimo al  porto. Entrambi i villaggi vantano un’architettura tradizionale, con case bianche e finestre azzurre, ma tra i due è Agios Georgios il villaggio più sviluppato in termini di turismo. Ad Agios Georgios troverete due i market dell’isola di Iraklia e due taverne di pesce.

Se arrivate ad Iraklia da un’altra isola vicina il mio consiglio è quello di fare scorta di cibo, perché i market hanno dei prezzi abbastanza alti (una bottiglia d’ acqua ad esempio costa 1 euro) .

C’è un’unica strada asfaltata, lunga otto chilometri, che tocca il villaggio di Panagia, quasi disabitato (ma con una bakery che fa un pane buonissimo), e termina alla spiaggia di Tourkopigado, una piscina naturale chiusa tra le rocce.

DOVE DORMIRE A IRAKLIA, GRECIA.

Gli hotel di Iraklia invece sono concentrati quasi tutti tra il porto e in alcune spiagge vicine a quest’ ultimo. Un’opzione popolare per l’alloggio a Iraklia è il campeggio gratuito, grazie al bellissimo paesaggio naturale dell’isola.

COSA FARE A IRAKLIA, GRECIA.

LE SPIAGGE DI IRAKLIA

Le spiagge di Iraklia, sono meravigliose, grandi e non attrezzate:

La spiaggia di Livadi, si apre sulla costa orientale dell’isola, la più protetta dal vento: lunga e sempre tranquilla, si raggiunge con 15 minuti di passeggiata dal porto, e se siete fortunati potrete nuotare insieme alle tartarughe;

La spiaggia di Agios Georgios è una spiaggia sabbiosa con acque limpide situata sul lato nord-est dell’isola, vicino al porto, ma nonostante ciò vanta acque davvero cristalline.

Lungo la costa dell’isola troverete molte spiagge incontaminate. La maggior parte delle spiagge di Iraklia è facilmente raggiungibile a piedi, mentre altre possono essere raggiunte attraverso sentieri di trekking, che è una delle attività più popolari da fare a Iraklia.

ESCURSIONI AD IRAKLIA, GRECIA.

Iraklia ha otto sentieri escursionistici, popolari tra gli amanti della natura. Come nella maggior parte delle altre Cicladi, il paesaggio di Iraklia è selvaggio e arido, richissimo di cespugli di origano.

L’isola ha scogliere tutt’intorno e ci sono diversi punti panoramici da cui è possibile vedere 19 delle isole vicine (la localizzazione delle foto del mio cellulare è davvero impazzita qui). Il punto più alto dell’isola si chiama Papas, e si trova a 420 metri, anche sei stato a Santorini, la vista da Papas rimarrà  nella tua mente per sempre.

Alcune delle migliori escursioni a Iraklia sono i sentieri che portano a Profitis Ilias e a Merichas, dove è possibile raggiungere uno dei punti più pittoreschi dell’isola.

Grotta di San Giovanni

La grotta di San Giovanni è speciale per le sue formazioni di stalattiti e stalagmiti. Si trova sul lato meridionale dell’isola ed è raggiungibile a piedi dal villaggio di Panagia, seguendo un percorso di trekking che dura circa un’ora e mezza. La grotta è aperta alle persone che la visitano, ma non ci sono strutture di nessun tipo nelle vicinanze, quindi ricordate di portare con voi tutto l’occorrente; l’ingresso alla grotta è piuttosto piccolo, ma una volta dentro non crederete alle sue dimensioni.

Portate una torcia, e i cellulari completamente carichi: sono sicura che non vorrete assolutamente rimanere senza luce al suo interno!

La grotta di Agios Ioannis è stata scoperta per caso da un pastore che cercava riparo dalla pioggia alla fine del XIX secolo. Secondo la tradizione, nella grotta è stata ritrovata l’icona di San Giovanni, da cui ha preso il nome.

Ogni anno, il 28 agosto, vigilia dell’onomastico del Santo, nella grotta si svolge un’importante cerimonia religiosa e centinaia di persone vi rendono parte con canti e candele.

Iraklia è un’isola adatta a chi è alla ricerca di relax puro, le uniche attività a cui potrete dedicarvi oltre alle camminate e al mare, sono la contemplazione della natura e la pace dei sensi 😉 che ne dite vi ho messo un po’ di voglia di andarci?

8 Comments

Rispondi a Fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *