Ricette

Chiacchiere di Carnevale

Dolce simbolo del Carnevale in tutta Italia, le chiacchiere hanno davvero i più svariati nomi a seconda della regione in cui vengono preparate!
La loro origine è molto controversa (come spesso capita per le ricette😊). 
Secondo alcuni studiosi, la ricetta risalirebbe all’antica Roma, quando, per festeggiare i Saturnali, festività che corrisponde al nostro Carnevale, si preparavano dolci a base di uova e farina chiamati “frictilia”,perché venivano fritti nello strutto ( qui a Napoli ancora si friggono nello strutto).
Tuttavia, c’è chi attribuisce la ricetta delle chiacchiere ad un certo Raffaele Esposito, cuoco napoletano.
Quest’ ultimo le avrebbe preparate per la regina Margherita,che durante un di “chiacchiere” volle qualcosa di dolce per sé ed i suoi ospiti.

Sono curiosissima di sapere come si chiamano nella tua regione, scrivimilo nei commenti👇🏽

Ingredienti per le chiacchiere:

400 gr. di farina 00
70 gr di zucchero
40 gr di burro
3 uova intere
1 scorza di limone
2 bicchierini di limoncello (o grappa)
1 pizzico di sale
zucchero a velo vanigliato

Come preparare le chiacchiere:

1.Setaccia la farina e disponila a fontana, versa al centro le uova sbattute, il sale, lo zucchero, il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti e la scorza grattugiata di mezzo limone ( io ne metto mezzo perchè uso il limoncello come liquore).

2.Comincia a lavorare l’impasto con le mani amalgamando le uova e quando la farina inizierà ad assorbirle, aggiungi il liquore.

3.Lavora energicamente finchè non diventa uniforme. Forma una palla , coprila con un telo  e lascia riposare per 30 minuti.

4.Tira una sfoglia piuttosto sottile con il matterello o con la macchina per la pasta, e da questa ritagliaglia tante striscioline.

5.Pratica un taglio in verticale e intreccia la chiacchiera (come in foto 😉 ).
Scalda dell’ olio in un tegame e appena sarà ben caldo adagiaci dentro poche per volta le tue “creature”:)
Come spesso si sente dire, ed è vero, fate molta attenzione all’ operazione frittura 😀 questa deciderà il destino nonchè la riuscita delle vostre chiacchiere 😉 ( dovranno risultare croccanti, leggere, asciutte).

6.Scolale bene fino a l’ultima goccia, e asciugarle sulla carta assorbente, poi spostale in un altro recipiente dove le farai raffreddare e le cospargerai di zucchero a velo.

Sono curiosissima di sapere come si chiamano nella tua regione, scrivimilo nei commenti👇🏽

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *